Skip to main content

Esprimere il vissuto. La filosofia di Giorgio Colli

Printer-friendly versionPrinter-friendly version
Archivio Giorgio Colli - Firenze - Galleria immagini

Il presente volume, composto di dieci saggi, ha origine da tre giornate di studio svoltesi all’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici (4-6 ottobre 2021), e interroga il pensiero di Colli nelle sue varie declinazioni: dall’interpretazione del pensiero antico al confronto con Nietzsche, dall’estetica alla metafisica e alla logica, dall’influenza del misticismo al rapporto con la filosofia italiana del Novecento. Ad emergere è il profilo di un pensatore che ha praticato e difeso una forma di filosofia come espressione della potenza ambigua, insieme costruttiva e distruttiva, della ragione umana – una filosofia che, mediante un’analisi vertiginosa della “distruttività” connaturata al logos, individua una ragione sana, purificata dagli eccessi “costruttivi” e riannodata alla vita quale techne del giusto bios. [Estratto dalla presentazione editoriale]

 

INDICE DEL VOLUME

 

Introduzione di Ludovica Boi, Giulio M. Cavalli, Sebastian Schwibach

Tavola delle abbreviazioni

Prospettive sul pensiero antico

Giorgio Colli e il Parmenide platonico di Riccardo Cavalli

Apollineo, dionisiaco e lo spazio del politico. Considerazioni sulla natura della tirannide di Carlo Gentili

Una lettura colliana del verbo essere nel De interpretatione di Aristotele di Alessio Santoro

Teoria della ragione

Congetture a ritroso. Mondo ed espressione in Giorgio Colli: bilanci e proiezioni di Valerio Meattini

Dalla genealogia alla logica (e ritorno). La “critica della ragione costruttiva” di Giorgio Colli di Giulio M. Cavalli

Forme dell’immediato

Alle radici della “vissutezza”. Colli e Böhme di Ludovica Boi

Contatto metafisico. Tangenze tra Giorgio Colli ed Elémire Zolla di Sebastian Schwibach

Estetica dell’espressione

“Uno spettacolo senza spettatori”. Allucinazioni apollinee dell’abisso dionisiaco in Filosofia dell’espressione di Rossella Attolini

“Il filo unidirezionale del tempo”. La struttura musicale dell’espressione di Edoardo Toffoletto

Conclusione

Giorgio Colli, filosofo italiano di Emilio Carlo Corriero

Indice dei nomi