Skip to main content

L'Empedocle di Colli in libreria

DruckversionDruckversion
Archivio Giorgio Colli - Firenze - Galleria immagini

In libreria dal 21 novembre:

Giorgio Colli, Empedocle

A cura di Federica Montevecchi
Piccola Biblioteca Adelphi, 746
Adelphi Edizioni 2019, pp. 222

> Adelphi (catalogo online)


Come testimoniano i due studi qui riuniti, per Gior­gio Colli la ricerca filologica sui testi del pensiero greco è fin dall’inizio – in sintonia con la lezione di Nietzsche – inseparabile dalla riflessione teoreti­ca. E centrale, nel suo percorso speculativo, si rive­la subito Empedocle, sul quale Colli si concentra già nella tesi di laurea, e di frequente negli scritti successivi. All’interno di una cornice costituita dal complesso rapporto fra sostanza e divenire, fra uni­tà e molteplicità – nodo metafisico essenziale per comprendere la grecità e il pensiero stesso –, Colli mostra come per Empedocle non vi siano due real­tà, una trascendente rispetto all’altra, ma noume­no e fenomeno avvinti, e come la radice metafisica, l’interiorità di ogni realtà individuale, sia costituita dal suo impulso vitale a congiungersi con il tutto e a ritrovarsi in esso. Empedocle è dunque un misti­co che vive e considera come inseparabili la dimen­sione mortale e quella immortale, aspetti polari di una medesima natura la cui trascendenza è irridu­cibile a una spiegazione razionale.

(Dall'introduzione di Federica Montevecchi)


Seguendo i medesimi criteri filologici delle opere postume curate da Enrico Colli l'opera comprende due testi. Il primo, inedito, si intitola "Anima e immortalità in Empedocle". Il secondo testo, "Empedocle", è la trascrizione (ampliata dalla traduzione italiana di tutte le parti in greco) della dispensa universitaria scritta da Colli per il corso sul filosofo agrigentino nell'Anno Accademico 1948-49.

 

 

 

Luca Signorelli (1445-1523), Empedocle. Cappella di San Brizio, Duomo di Orvieto.

 

L’impegno costante di Giorgio Colli (poi affiancato da Mazzino Montinari) per realizzare un’edizione critica delle opere edite ed inedite di Friedrich Nietzsche, durò più di vent’anni, dal 1945 al 1966: voleva rilanciare il pensiero del grande filosofo tedesco e allontanare da lui la calunnia che lo voleva anticipatore del nazismo. Lo sceneggiato radiofonico di Marco Colli da voce non solo ai protagonisti di questa incredibile avventura intellettuale ma anche a Nietzsche e ad alcune pagine delle sue opere in un raffinato gioco di rimandi ed incredibili coincidenze.

Siamo dispiaciuti nel comunicare che deve essere rimandata di alcuni mesi la pubblicazione dello sceneggiato radiofonico di Marco Colli sulla storia dell'edizione delle opere complete di Nietzsche. Vi aggiorneremo sulla nuova programmazione attraverso la newsletter dell'Archivio.